ottobre 24 2016

Coperture per la piscina

Utilità della copertura

La copertura della piscina non si limita ad essere un optional, risulta essere molto utile per la pulizia ed il mantenimento della vostra piscina. Aiuta inoltre a ridurre l’evaporazione dell’acqua, il mantenimento della temperatura e una garanzia per la sicurezza di bambini ed animali.

Coperture invernali

La copertura invernale è molto utile durante il periodo di inattività della piscina, ovvero in inverno. Tale copertura deve essere completamente impermeabile alla luce cosi da evitare il processo che porterebbe alla proliferazione delle alghe e impermeabile all’acqua cosi da evitare che le piogge o polveri vadano a rovinare l’acqua della piscina.

Di quali accorgimenti bisogna tener conto per la scelta della copertura?

Innanzitutto bisogna evitare che il telo si sollevi, e per far fronte a ciò i teli vengono forniti con tiranti elastici o serbatoi di zavorra da posizionare sul perimetro del telo.

Inoltre le dimensioni del telo sono molto importanti, infatti dovremmo tener conto di 1,5 mt. In piu rispetto le dimensioni della piscina.

 

Coperture isotermiche

Usata esclusivamente nel periodo estivo, si tratta di un telo a bolle d’aria o a multistrato fabbricato in modo da restistere ai raggi UV ed ai vapori emessi dal cloro e dagli agenti chimici presenti in piscina. Il telo a bolle d’aria è più leggero ma permette l’irradiazione dell’acqua piscina favorendo il mantenimento della temperatura.

La copertura multistrato è caratterizzata da una maggiore pesantezza e robustezza che riesce, oltre a mantenere la temperatura dell’acqua, ad innalzarla da 1 a 3°C al giorno.

Inoltre offre anche un contributo per la pulizia della piscina impedendo che foglie, insetti o detriti in genere vi cadano dentro.

Entrambe le coperture sono dotate di sistemi di stesura e avvolgimento manuali o motorizzati.

 

Coperture a tapparella

Si consiglia la possibilità di prevedere l’installazione di tale copertura già in fase di progettazione perchè richiede la costruzione di un vano di contenimento che, anche per limitare l’impatto visivo, viene integrato nella struttura stessa della piscina. Ciò non toglie che esiste anche la possibilità di installare tale copertura anche in piscine già esistenti.

Il funzionamento prevede la presenza di un motore in grado di aprire a chiudere la tapparella automaticamente mediante un telecomando “apri e chiudi”. Nei modelli più economici tale automatismo è sostituito da una semplice manovella.

La copertura a tapparella oltre ad avere i vantaggi delle coperture isotermiche, garantisce anche la sicurezza dei bagnanti costituendo una barriera contro la caduta accidentale in acqua.

Può essere utilizzata anche come copertura per la stagione invernale.

 

Coperture telescopiche

Completamente differente dalle altre coperture, quella telescopica è in grado di trasformare una piscina esterna in una struttura utilizzabile per buona parte dell’anno.

La struttura è di solito in alluminio anodizzato con pannelli in policarbonato trasparente in modo da garantire ai bagnanti la visione del paesaggio circostante. Tali pannelli scorrono gli uni dentro gli altri.

Nei periodo più caldi dell’anno è possibile aprire totalmente o parzialmente la struttura con grande facilità grazie allo scorrimento dei pannelli su delle guide poste sul marciapiede.

I vantaggi che offre questa copertura sono molteplici, dall’aumento della temperatura dell’acqua, sfruttando l’effetto serra, al mantenimento del calore accumulato durante il giorno.

Attenzione però: essendo una struttura volumetrica è necessario informarsi presso l’ufficio urbanistico del comune di residenza su eventuali permessi che essa richiede.